La madre di Noemi: "Siamo sconvolti, ma abbiamo sentito il calore di tutta la città"

La madre della bimba ferita in un agguato spiega che la figlia sta meglio, anche se è ancora in rianimazione

Le condizioni di Noemi, la bimba di quattro anni ferita in un agguato in piazza Nazionale, sono in lieve miglioramento, dopo la grande paura degli scorsi giorni, quando si temeva per la sua vita.

L'avvocato dei genitori della piccola, Angelo Pisani, ha inviato a Napolitoday alcune dichiarazioni di Tania, madre di Noemi: "Fino a quando non potremo abbracciare nostra figlia abbiamo scelto di stare in silenzio, un fioretto, stare sempre vicino a lei senza incontrare gente. Noemi sta un po’ meglio ma ancora in rianimazione ed in prognosi riservata. Sono sconvolta non riesco a raccontare  quello che successo in quella piazza. Noemi non riesce ancora a parlare a stento sillaba mamma. Ringrazio per la solidarietà  abbiamo sentito il calore di tutta la città. Abbiamo avuto un miracolo ringrazio prima di tutti Dio e il Santobono tutto. Ci vuole giustizia per le vittime innocenti massima condanna dalla legge per i criminali".

NOEMI VITTIMA DI UNA CRIMINALITA' SPIETATA|VIDEO

Criminalità spietata

"Dobbiamo parlare di miracolo Noemi. Ringraziamo Dio e i medici e dobbiamo pregare aspettando che guarisca. Noemi è vittima della criminalità spietata, che non rispetta ormai neppure i codici criminali. Quello che accade a Napoli, comunque accade ovunque. La magistratura sta facendo un ottimo lavoro", spiega a NapoliToday l'avvocato Pisani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

Torna su
NapoliToday è in caricamento