Noemi si è svegliata: due arrestati per l'agguato in cui è rimasta ferita

Svolta nelle indagini nell'agguato nel quale è rimasta gravemente ferita per errore la bimba di quattro anni

Armando e Antonio Del Re, foto Ansa

Svolta nelle indagini per l'agguato di piazza Nazionale nel quale è rimasta ferita gravamente la piccola Noemi di quattro anni, che ha cominciato a respirare autonomamente da questa mattina, come annunciato nell'ultimo bollettino medico dai medici del Santobono. Sono due le persone arrestate nell'agguato svoltosi "in pieno contesto camorristico". Si tratta di Armando Del Re, accusato di aver esploso i colpi di arma da fuoco, e del fratello Antonio. Armando Del Re era in provincia di Siena quando è stato arrestato. Era fermo in un autogrill nel comune di Rapolano Terme, lungo la Siena-Bettolle. Non era armato e si trovava con la madre e la sorella. Il fratello complice, arrestato a Nola, è stato portato nella caserma dei Carabinieri Pastrengo. All'operazione hanno preso parte tutte le forze dell'ordine, i carabinieri, la Guardia di Finanza, e la Polizia di Stato.

L'arresto a Siena e il sospetto degli inquirenti

Intercettazioni

Secondo quanto appreso, sarebbero state determinanti alcune intercettazioni effettuate prima dell'agguato, poi corroborate da immagini dei sistemi di videosorveglianza ad incastrare i due. Il provvedimento di fermo nei confronti di Armando Del Re e del fratello Antonio è stato emesso dai pm Antonella Fratello, Simona Rossi e Gloria Sanseverino (coordinati dal procuratore Giovanni Melillo e dall'aggiunto Giuseppe Borrelli) che hanno ravvisato un imminente pericolo di fuga. 

Procura: ecco come sono avvenuti gli arresti

Motivi del gesto

 "Sono sollevato dall'arresto dell'uomo che ha sparato, ferendo gravemente Noemi e anche di chi gli ha dato protezione. Un sentimento di ringraziamento per il lavoro svolto dalle forze dell'ordine e dalla procura di Napoli che hanno lavorato duramente. Ora emergeranno anche i motivi di questo gesto di una gravità inaudita". E' il commento di Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia.

Arresti

"Vincono le forze del bene rispetto a quelle del male. Stamattina sarebbero stati individuati i responsabili dell'agguato che ha causato il ferimento di Noemi. Questo fa capire cosa fa la città di Napoli quando con le sue forze porta avanti una rivoluzione culturale e popolare e grazie alle forze di polizia e alla magistratura". Sono le parole del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris sugli arresti.

Gli insulti ad Armando Del Re 

Nessuna tregua ai criminali

"Complimenti alle forze dell'ordine, inquirenti e magistratura per la cattura del delinquente che ha sparato alla piccola Noemi. Nessuna tregua contro camorristi e criminali, lo Stato e i napoletani vinceranno la sfida. Lo stato risponde con i fatti e non con le parole". Cosi' il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. Esulta anche il ministro del Lavoro Di Maio: "Chi ha ridotto così Noemi pagherà"

Fiaccolata

Centinaia le partecipazioni ieri sera alla fiaccolata davanti all'ospedale Santobono per sostenere la piccola Noemi. Tante le donne che hanno voluto far sentire la propria vicinanza alla bimba.

Le condizioni di Noemi

La bambina ferita, ricoverata al Santobono in terapia intensiva, intanto sta meglio. Noemi si è svegliata, chiede di giocare con le sue bambole
ieri è stata liberata da muchi e coaguli, oggi è stata riportata in sedazione non profonda e respira ora spontaneamente. Si è svegliata e ha chiesto di poter giocare con le sue bambole. Resta in prognosi riservata, con il prossimo bollettino sulle sue condizioni che sarà diramato tra 24 ore.

Noemi è sveglia, commozione al Santobono


otrebbe interessarti: https://www.napolitoday.it/cronaca/noemi-sveglia-giocare-bambole-come-sta.html

Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/NapoliToday

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

I più letti della settimana

  • Presunto furto in autogrill per la moglie di Gianni Nazzaro: arrestata

  • Lutto nel mondo di Un Posto al Sole, addio alla "madre" di Giulia Poggi

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Colpo di scena: il Chelsea prova a convincere Sarri a restare a Londra

  • Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 17 al 21 giugno

Torna su
NapoliToday è in caricamento