Cronaca

Movida violenta a San Giorgio a Cremano: "Stop alla vendita di coltelli"

Il sindaco Giorgiano e l''assessore all'Ambiente Francesco Emilio Borrelli sull'episodio di violenza che ha visto vittime due 21enni

Mimmo Giorgiano

No alla vendita dei coltelli: è l'appello lanciato dal sindaco di San Giorgio a Cremano, Mimmo Giorgiano, e dall'assessore all'Ambiente Francesco Emilio Borrelli alla luce dell'episodio di violenza che ha visto vittime due 21enni a San Giorgio a Cremano. "Crediamo - affermano Giorgiano e Borrelli - che il prefetto di Napoli dovrebbe riproporre l'ordinanza firmata dal suo predecessore, Renato Profili, in cui vietava su tutta l'area metropolitana di Napoli la vendita di queste armi di offesa molto facili da reperire e che addirittura si possono acquistare nelle edicole. Quello di San Giorgio è l'ennesimo atto di violenza che segue di poche ore l'episodio della guardia giurata che ha sparato e ferito un sedicenne che, attualmente, lotta fra la vita e la morte in ospedale".


"Proseguiremo - aggiungono i due amministratori - con il monitoraggio della zona dove sono avvenuti gli accoltellamenti, facendo estrema attenzione e coinvolgendo tutte le forze dell' ordine". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida violenta a San Giorgio a Cremano: "Stop alla vendita di coltelli"

NapoliToday è in caricamento