Domenica, 1 Agosto 2021

Nino D’Angelo torna nel suo quartiere e si emoziona: “Sono fiero di essere nato qua”

Il noto cantautore torna a Napoli per inaugurare il murale di Jorit che lo ritrae

Ritorno al passato per Nino D’Angelo che riabbraccia con grande emozione il suo quartiere d’origine, San Pietro a Patierno, dove campeggia il murale di Jorit che lo ritrae da giovane con il mitico “caschetto biondo”.

Il cantautore napoletano, insieme allo street artist, ha inaugurato l’opera in piazza Guarino, alla presenza di numerosi fans, prima di concedersi un tour per il quartiere. “Bello tornare qui dopo tanti anni. C’è gente che non vedo da tanto, ma che sta sempre dentro di me. Le mie origini sono intoccabili”, ha detto il cantante.

Ho imparato tanto in questi quartieri che sono da sempre abbandonati. San Pietro a Patierno è un’ingiustizia italiana, nascosta. San Pietro è una vera periferia. San Pietro è un muro chiuso da quando io sono nato”, ha continuato.

Inaugurazione rinviata per Covid e atti vandalici

L’opera è stata realizzata tra settembre e ottobre dello scorso anno, ma l’inaugurazione è stata rinviata a causa del Covid. La stessa opera, a poche settimane dalla realizzazione, è stata anche bersaglio di atti vandalici.

Nella notte fra il 5 e il febbraio scorsi sul murale – oltre a delle macchie di vernice - comparve la scritta “I morti vanno rispettati, non cancellati”. Sin da subito si pensò ad una “vendetta” legata alla rimozione di alcuni murales e altarini da parte del Comune, come quello nel pieno centro di Napoli raffigurante Luigi Caiafa, giovane ucciso durante una rapina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Nino D’Angelo torna nel suo quartiere e si emoziona: “Sono fiero di essere nato qua”

NapoliToday è in caricamento