menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo quattro anni di detenzione torna libero Nicola Cosentino

L'ex sottosegretario e coordinatore del Partito della Libertà è libero dopo i domiciliari. Fu condannato a nove anni per concorso esterno in associazione camorristico: ritenuto uomo di punta del clan dei Casalesi

Nicola Cosentino, ex sottosegretario ed ex coordinatore campano del Pdl è tornato oggi in libertà dopo quattro anni di detenzione. Cosentino fu condannato in quattro differenti processi, tra questi la condanna maggiore per concorso esterno in associazione camorristica: nove anni di pena. Secondo la Direzione Distrettuale Antimafia Nicola Cosentino era il politico di riferimento dei Casalesi. Fu poi condannato nel processo Eco4 relativo al Consorzio di Comuni che si occupava di rifiuti. Condannato a quattro anni anche per la corruzione di un agente ne carcere di Secondigliano. Le ultime condanne nello scorso anno: sette anni e sei mesi nel processo Carburanti che coinvolge anche i fratelli e 5 anni di pena nel processo in cui era imputato per tentativo di reimpiego di capitali illeciti con aggravante mafiosa. 


Entrò in carcere nel 2013, dopo pochi mesi ottenne i domiciliari. Il secondo arresto nel marzo 2014 lo riportò dietro alle sbarre per oltre due anni.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Anm, via alla nuova linea bus 602 sulla tratta Garibaldi-Dante

Attualità

Riapre il Cinema Vittoria: coda al botteghino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento