menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neonato ustionato: la madre è convinta stia bene e sia in incubatrice

La 36enne Alessandra Terracciano si è avvalsa della facoltà di non rispondere dinanzi al Gip ma ha reso dichiarazioni spontanee

È convinta che il figlio stia bene e si trovi in incubatrice. Lo ha raccontato al suo legale Alessandra Terracciano, la 36enne madre del neonato che è ricoverato in prognosi riservata per ustioni gravissime. Nel carcere femminile di Pozzuoli, dove si trova al momento, si è avvalsa della facoltà di non rispondere ma ha rilasciato delle dichiarazioni spontanee dinanzi al gip Rosaria Maria Aufieri e ai suoi avvocati, Gianluca Sperandeo e Fabio Martullo. Sono stati loro a riportare quello che la donna ha raccontato loro. Ha raccontato qualcosa della sua relazione con il compagno 46enne che si trova anche lui in carcere e ha mostrato dei segni sulle braccia, a voler dimostrare di aver subìto violenze anche lei.

La madre è convinta che il figlio stia bene 

Riguardo al figlio, invece, ha raccontato di essere convinta che il figlio stia bene e di avere memoria solo di quello che è accaduto prima del parto, di non ricordare il momento della nascita del figlio. «Riteniamo, come lo ritiene anche il giudice - dice l'avvocato Martullo - che sia importante fare luce sullo stato di salute della signora Terracciano e che questo non possa avvenire in una struttura carceraria. A breve - fa sapere l'avvocato - faremo istanza di appello ai giudici del Tribunale del Riesame ai quali chiederemo che la signora Terracciano venga trasferita in una struttura idonea».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento