menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neonato ustionato, le accuse ai genitori: "Azioni allarmanti e gravi"

Le ragioni per cui il Gip ritiene che se non fossero allontanati dal neonato potrebbero reiterare le loro condotte. Sono accusati di maltrattamenti continuati in concorso, abbandono di minori e lesioni aggravate in concorso

C.B. e A.T., rispettivamente 46 e 36 anni, hanno per il Gip di Napoli Rosaria Maria Aufieri adottato azioni "commissive e omissive allarmanti e gravi".
Da qui l'arresto il 19 marzo dopo il ricovero del loro figlio nato da 4 giorni trovato con ustioni gravi nella loro casa di via Diaz a Portici.

I due sono accusati dalla Procura di Napoli di maltrattamenti continuati in concorso, abbandono di minori e lesioni aggravate in concorso. Secondo il giudice, se non fossero allontanati dal neonato potrebbero reiterare le loro condotte.

La donna è ricoverata nel reparto di psichiatria dell'Ospedale del Mare. Domani sarà interrogata. C.B. invece, già interrogato, ha detto di non essere stato presente in casa, ma alcune testimonianze sostengono invece che l'uomo fosse lì anche nei giorni prima del parto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento