rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca

Neonato muore in ospedale, la mamma aspetta la salma da 47 giorni

Nato lo scorso 18 settembre, il piccolo è morto in circostanze da chiarire il 17 ottobre. Da allora la madre non si è vista restituire la salma. Ha denunciato la vicenda alla Procura di Napoli

Attende da 47 giorni la salma del figlio, nato lo scorso 18 settembre e morto in circostanze da chiarire il 17 ottobre. È la terribile storia di una 40enne di San Salvador che ha denunciato la vicenda alla Procura di Napoli.

Dopo il parto, con il figlio che stava bene, lei e il neonato vennero dimessi dai medici del policlinico universitario Luigi Vanvitelli di Napoli. Era il 22 settembre. La donna aveva dovuto affrontare tutto da sola, con il marito rimasto bloccato nel Paese d'origine causa limitazioni Covid-19.

Mamma e neonato si recano di nuovo in ospedale, il 24, per un controllo: il bambino dopo aver perso peso si stava riprendendo. Un secondo controllo venne è stato quindi fissato per il 29. La madre si presenta in anticipo, è preoccupata. Durante la notte il piccolo è stato male e c'erano tracce di sangue nelle urine.

Viene visitato, quindi ricoverato in terapia intensiva. Alla madre dicono possa avere un'infezione. Non risponde ai farmaci, peggiora e alle 22 del 17 ottobre muore. La salma viene acquisita per la relazione diagnostica. Da allora, la donna non ha più alcuna notizia del figlio. Adesso ha denunciato la vicenda e gli inquirenti hanno aperto un fascicolo a carico di ignoti e disposto contestualmente il sequestro della salma.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonato muore in ospedale, la mamma aspetta la salma da 47 giorni

NapoliToday è in caricamento