Cronaca

Tommy Riccio e Antonio Ottaiano, neomelodici nel mirino: evasione da sei milioni di euro

Operazione della Guardia di Finanza denominata "Canta Napoli". Mancata presentazione della dichiarazione dei redditi e occultamento delle scritture contabili da parte dei due artisti

Guardia di Finanza

Evasione fiscale per oltre sei milioni di euro. A scoprirla, la Guardia di Finanza nell'ambito dell'operazione 'Canta Napoli'. Denunciati due noti cantanti neomelodici, Tommy Riccio e Antonio Ottaiano, colpevoli di mancata presentazione della dichiarazione dei redditi e occultamento delle scritture contabili.

Nel loro curriculum, vi sono feste di piazza, esibizioni a ricevimenti e matrimoni e rappresentazioni teatrali. Numerose anche le apparizioni in programmi televisivi su canali locali e network nazionali. Un percorso che ha reso i due i due artisti, in auge da più di un ventennio, tra i più popolari nel panorama dei neomelodici.

Per eludere i controlli uno dei due ha intestato fittiziamente beni e disponibilità, provento dell'attività artistica a terze persone i quali, in alcuni casi, totalmente all'oscuro di quanto accadeva. Alla madre di uno dei neomelodici, sprovvista di patente, risultano inoltre intestate moto di grossa cilindrata ed autovetture di lusso. (Ansa)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tommy Riccio e Antonio Ottaiano, neomelodici nel mirino: evasione da sei milioni di euro

NapoliToday è in caricamento