Via Argine, denunciato esercente cinese: in negozio pellicce di procione

I carabinieri del nucleo Cites e del nucleo di polizia ambientale hanno trovato un negoziante cinese di 39 anni in possesso di capi realizzati con pellicce di animali allevati e provenienti dalla Cina, contro la normativa vigente

Cittadino cinese 39enne denunciato per possesso in negozio di 15 capi di abbigliamento realizzati con pelliccia di orsetto lavatore. I carabinieri del nucleo Cites e del nucleo investigativo di polizia ambientale,agroalimentare e forestale, durante controlli in vari empori cinesi a via Argine, hanno trovato, in uno dei negozi, 15 capi di abbigliamento confezionati utilizzando pelliccia di procione, animali allevati e provenienti dalla Cina in violazione delle norme comunitarie. Il reato è punibile con l'arresto fino a un anno e l'ammenda da 10 a 100mila euro

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento