Folla all'apertura del nuovo negozio, l'imprenditore multato: "Avevo solo quattro persone all'interno"

"Sono un imprenditore che fa sacrifici ogni giorno, pago le tasse, ho chiuso durante il lockdown continuando a pagare i miei dipendenti usando i soldi che avevo conservato per sposarmi", spiega Atteo

Tanti i messaggi di solidarietà per Luigi Atteo, dopo la multa subita per i presunti troppi assembramenti in strada per l'inaugurazione del suo nuovo negozio in via Epomeo, corredato anche da un hashtag, #iostocongonow.

“Non è un modo per non far rispettare le regole – dichiara Luigi Atteo, titolare del marchio Go Now – ma è un modo per risvegiare le coscienze e cercare di far capire, gridandolo se è il caso, che io al'interno dell mio negozio avevo solo 4 persone, lo testimoniano i video, quello che è successo sul suolo pubblico non può certo essere attribuito a me. Con questo gesto – prosegue Atteo – stanno dimostrando di usare due pesi e due misure, vado in grossi centri commerciali, ospedali, uffici postali, banche, e non si vede alcun rispetto delle regole, e lì, nessuno dice niente, nel mio caso invece – conclude Luigi Atteo – ci è voluta meno di mezz'ora per multarmi, abbassarmi la serranda e provocarmi un grosso danno d'immagine ed economico. Sono un imprenditore che fa sacrifici ogni giorno, pago le tasse, ho chiuso durante il lockdown continuando a pagare i miei dipendenti usando i soldi che avevo conservato per sposarmi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Danni subiti

"Luigi Atteo ha avuto un grosso danno d'immagine ed economico - dichiara l'avvocato Angelo Pisani - quantificheremo il tutto e chiederemo i danni. Purtroppo la legge non è uguale per tutti, altro che sicurezza e buon senso ormai si assiste al festival delle contraddizioni e gli unici a pagarne le spese sono sempre e solo gli imprenditori. Dopo i panifici, i bar ed i ristoranti ora anche i commercianti rischiano di divenire il capo espiatorio di una politica assurda e senza senso. Nel caos più totale e nell’indifferenza di quelli che si girano dall’altra parte pensando che il problema non interessa loro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • Grave incidente stradale in vacanza, muore Lello Iodice: lascia la moglie e tre figli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento