Cronaca Piazza Carità

Ztl, è il giorno della serrata: corteo e negozi chiusi dalle 9 alle 13

I negozianti consegneranno "simbolicamente" le chiavi delle loro attività. Russo di ConfCommercio: "La politica della mobilità e delle ztl ha prodotto centinaia di licenziamenti e la chiusura di numerose imprese"

Protesta a Piazza Municipio (Foto Viviana Graniero)

IN DIRETTA - Hanno cominciato a riunirsi, in piazza Carità, a Napoli, i manifestanti che parteciperanno al corteo promosso dalla Confcommercio nell'ambito della serrata per protestare contro le misure adottate dall'amministrazione comunale in particolare per quanto riguarda la Ztl. La serrata si concluderà nel primo pomeriggio. In piazza i commercianti mostrano cartelli contro la ztl di Chiaia, di piazza Dante e dei Quartieri spagnoli; chiedono la riapertura di via Cervantes e via Guantai dove - affermano - quando è area pedonale, hanno chiuso 13 negozi su 33 I commercianti in piazza sono espressione di tutta l'area che va da piazza Dante a via Toledo, dei Quartieri spagnoli e della Pignasecca. Alta l'adesione alla serrata: la quasi totalità dei negozi di via Toledo ha le saracinesche abbassate; tutto chiuso alla Pignasecca, dove non ci nemmeno gli ambulanti, e nel centrale Corso Umberto.

LA PROTESTA - Confcommercio Napoli non accoglie l'ulteriore invito del sindaco Luigi De Magistris e ribadisce la serrata per oggi. Negozi chiusi dalle 9 alle 13 e corteo di commercianti che prenderà le mosse da piazza Carità alle 10 e arrivare in piazza Municipio. Qui, come spiega in una Confcommercio, i negozianti consegneranno "simbolicamente" le chiavi delle loto attività.

"La politica della mobilità e delle ztl - dice il presidente Confcommercio, Pietro Russo - ha prodotto centinaia di licenziamenti e la chiusura di numerose imprese. Sono mancate - aggiunge - azioni efficaci contro l'abusivismo, la contraffazione e il degrado urbano". Con la protesta, spiega l'associazione di categoria, "i commercianti vogliono lanciare un segnale alla città scendendo in piazza conto un modo di fare politica che non tiene in alcun conto le esigenze delle imprese ed esclude il confronto per arrivare a soluzioni condivise".

Alla serrata, secondo quanto reso noto, hanno aderito l'Unione industriali, Unimpresa Napoli, le organizzazioni sindacali dei lavoratori del terziario, tutti i centri commerciali cittadini, il sindacato tassisti, ConfLavoratori Taxi, l'Associazione Italiana Dottori Commercialisti, Cittadinanza Attiva in Difesa di Napoli, Comitato Civico Posillipo, Associazione Ambiente e Fauna, Assoutenti, Napolipuntoacapo. Prevista, inoltre, la partecipazione delle famiglie sfollate in seguito al crollo alla Riviera di Chiaia. Sempre in piazza Municipio giungerà il corteo che partirà alle 10 da piazza dei Martiri promosso da comitati e associazioni di Chiaia a una settimana dalla precedente manifestazione che si è svolta sotto Palazzo San Giacomo. Proprio davanti alla sede del Comune, riferiscono gli organizzatori, sarà allestito uno Speakers' Corner dove ogni cittadino potrà prendere parola.

E c'è anche chi dice no. Confesercenti infatti non ci sta. A loro vanno bene le aperture ottenute dal sindaco, l’apertura di un tavolo di dialogo, le modifiche annunciate al provvedimento della Ztl. Oggi dunque le saracinesche saranno abbassate a metà. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl, è il giorno della serrata: corteo e negozi chiusi dalle 9 alle 13

NapoliToday è in caricamento