rotate-mobile
Cronaca

Negozi abusivi nel sottosuolo di Napoli: danno da 30 milioni di euro

La Corte dei Conti lo contesta a nove dirigenti pubblici che hanno gestito gli spazi

Attività commerciali che per anni hanno occupato abusivamente delle cavità di Napoli Sotterranea, di proprietà statale, senza corrispondere alcun canone di locazione o pagandone uno sottostimato e provocando un danno erariale da 30 milioni di euro. È quello che ha scoperto la procura regionale della Corte dei Conti che ha delegato i finanzieri del comando provinciale di Napoli a notificare nove inviti a dedurre ad altrettanti dirigenti attuali o pro tempore del bene.

Dieci anni ad affitti irrisori 

Dal 2008 in poi circa 30 unità commerciali hanno occupato in alcuni casi senza titolo gli spazi e in altri casi stipulando un contratto che prevedeva una cifra irrisoria rispetto al posto occupato. Si tratta di cavità ricavate all'interno degli spazi che durante la Seconda guerra mondiale venivano utilizzati come rifugi anti-aerei. Uno spazio di grande pregio archeologico per la città che potevano portare nelle casse dello Stato una cifra ingente e che invece sarebbe stata sottratta all'Erario.

Napoli Sotterranea

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negozi abusivi nel sottosuolo di Napoli: danno da 30 milioni di euro

NapoliToday è in caricamento