rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Regione Campania contro Anpal, i navigator ricorrono alle vie legali

"Sempre più delusi e amareggiati": i 471 navigator vincitori di concorso aspettano la sottoscrizione del contratto e, nel frattempo, danno mandato legale per vedere riconosciuti i diritti

Nella nuova polemica tra Anpal Servizi e Regione Campania che riguarda i 471 navigator - i quali, nonostante l'annuncio di ottobre, non sono stati ancora contrattualizzati - si inseriscono gli stessi navigator che, per vedere riconosciuti "i diritti" hanno deciso di ricorrere alle vie legali.

Il gruppo di navigator campani - si legge in una nota -  "ha dato mandato al Prof. Avv. Giorgio Fontana - ordinario di Diritto del Lavoro - che avvierà, senza ulteriore indugio, l’iter legale in tutte le sedi opportune al fine di veder riconosciuto il diritto ad essere contrattualizzati, oltre che per il risarcimento di ogni danno subito (compensi non percepiti e altro ancora). L’iniziativa legale era stata sospesa in seguito alla sottoscrizione della nuova intesa siglata lo scorso 17 ottobre, ma oggi si è sempre più convinti che solo un’immediata azione legale sarà in grado, a questo punto, di sbloccare la situazione".

I navigator si sentono "sempre più amareggiati e delusi per il nuovo arresto ed è ormai chiaro che non si vuole dar seguito neanche alla seconda intesa sottoscritta, perdendo solo inutile tempo. Tempo che avrebbe visto i navigator campani - unici in Italia a non essere stati contrattualizzati a causa della mancata sottoscrizione della convenzione con Anpal Servizi da parte della Regione Campania - utilmente impegnati al pari degli altri all’implementazione della “fase due” del reddito di cittadinanza presso i centri per l’impiego". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Campania contro Anpal, i navigator ricorrono alle vie legali

NapoliToday è in caricamento