Cronaca San Ferdinando / Piazza del Plebiscito

Napolitano incontra il prefetto, poi caffè al Gambrinus

Il Presidente della Repubblica: "Mi auguro che il 2013 sia un anno in salita, di crescita. Rivolgo un augurio speciale a Napoli ed ai napoletani". Niente bevanda al Ginseng, sì all'espresso

Giorgio Napolitano © Tm NewsInfophoto

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in questi giorni in città, ha incontrato questa mattina il prefetto di Napoli Francesco Musolino. Il Capo dello Stato ha lasciato Villa Rosebery poco prima di mezzogiorno per raggiungere la prefettura in piazza del Plebiscito. L'arrivo del Capo dello Stato nel centro di Napoli, nonostante la giornata inclemente per la pioggia, ha colto tutti di sorpresa. Mi auguro che possiamo avere nel 2013 un anno in salita, di crescita". Così il Capo dello Stato ha risposto ai giornalisti all'uscita della prefettura di Napoli. "Ho già parlato molto l'altra sera, non ho altro da dire. Rivolgo un augurio speciale a Napoli ed ai napoletani".

TUTTI AL CAFFE' GAMBRINUS - Appuntamento tradizionale al Caffé Gambrinus insieme al prefetto Francesco Musolino per bere un caffé. Napolitano ha percorso a piedi il breve tratto che separa il palazzo della Prefettura dall'antico caffé e si è accomodato nel salone dove nel frattempo si era raccolto un gruppetto di clienti. La visita in prefettura ha spiazzato tutti, compresi gli addetti alla sicurezza anche perché la giornata è caratterizzata da pioggia e vento.


LE TAZZINE FINISCONO IN VETRINA - Sono già esposte in una vetrina dell'antico "Caffé Gambrinus" le tazzine dell'ultimo caffé da Presidente della Repubblica. I proprietari del locale, i fratelli Antonio ed Arturo Sergio, le hanno conservate subito dopo la consumazione della coppia presidenziale, che si è trattenuta una ventina minuti nel locale insieme al prefetto Francesco Musolino. Con i proprietari del locale, Napolitano si è informato della situazione economica della città e delle nuove abitudini dei frequentatori del locale, che si affaccia su piazza Plebiscito, da anni chiusa al traffico ed utilizzata per gli spettacoli di fine d'anno, ma in questo Capodanno abbandonata per il lungomare di via Caracciolo, dove si è svolto il concerto del 31 dicembre. Alla coppia presidenziale i titolari del locale hanno parlato anche dell'antica pratica di solidarietà napoletana del "caffé sospeso", l'abitudine di pagare da parte delle persone più abbienti dei caffé a vantaggio degli indigenti che chiedono alla cassa del locale se c'é disponibilità di una consumazione offerta da qualche generoso. La pratica è ripresa in città da qualche anno e tra coloro che offrono i "caffé sospesi" al Gambrinus c'é il presidente del Calcio Napoli Aurelio De Laurentiis. Da parte sua Napolitano, tradizionalista in fatto di caffé, e la signora Clio hanno consumato un espresso, rifiutando garbatamente l'offerta di una bevanda al ginseng. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napolitano incontra il prefetto, poi caffè al Gambrinus

NapoliToday è in caricamento