Napoli dichiara 'emergenza climatica': venerdì in piazza lo sciopero globale

Venerdì 24 maggio il secondo appuntamento del 'Friday for the future'. Il sindaco de Magistris: "Saremo con gli studenti. Siamo al lavoro per predisporre una delibera che dichiari emergenza climatica"

Domani, venerdì 24 maggio, gli studenti di tutto il mondo scenderanno in piazza per il secondo sciopero globale per il clima e per sensibilizzare governi ed imprese a rispettare il pianeta. "Anche a Napoli migliaia di studenti scenderanno in piazza e faranno sentire la propria voce in difesa del clima in occasione dell'importantissimo evento di venerdì. Il corteo si concentrerà alle ore 9.00 a Piazza Mancini e arriverà a Piazza Municipio, passando per Via Marina e Via Depretis. Noi saremo con loro", dichiara il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris. 

"La nostra Amministrazione ha sin da subito colto l'importanza e l'urgenza del tema. Basti dire che proprio in queste ore è a lavoro per predisporre una delibera dedicata per dichiarare lo stato di emergenza climatica, così come è stato fatto in Gran Bretagna e in Irlanda. Ricordo che, il primo maggio abbiamo emanato un'ordinanza sindacale per liberare il lungomare della nostra città dalla plastica e siamo l’unica città che ha adottato con delibera il piano strategico obc (ossigeno bene comune) per il contrasto ai cambiamenti climatici. E' evidente la nostra sensibilità nei confronti di un dramma che riguarda tutti noi e i nostri figli e per questo intendiamo continuare vigorosamente sulla scia di queste iniziative in difesa dell'ambiente istituendo una giornata cittadina incentrata sui temi del contrasto al cambiamento climatico, affinchè tutti i cittadini abbiano la possibilità di fare la propria parte, discutere, approfondire e fare cultura sul tema".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

Torna su
NapoliToday è in caricamento