rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Il Comune non paga le bollette: la città rischia di restare al buio

Sit-in davanti al municipio dei dipendenti della società Ati Citelum che vanta un credito di oltre 40 milioni da Palazzo San Giacomo. Mancati pagamenti dal 2010, timore per gli stipendi

Il Comune di Napoli ha un debito di oltre 40 milioni con la società consortile Ati Citelum. L'azienda dunque, che fornisce energia elettrica e gestisce gli impianti di pubblica illuminazione su tutto il territorio cittadino, vanta dal Comune un credito che risale al 2010.

LA VICENDA - Ai tempi del bando di gara si era giunti a un acconto di 2,5 milioni che il Comune avrebbe dovuto versare da settembre. Ma dall'1 luglio di due anni fa, giorno in cui è cominciato il servizio, Ati Citelum non ha ottenuto i fondi. I manager dell'Ati Citelum hanno spiegato: "Ogni mese, per garantire un servizio fondamentale, sborsiamo 1,6 milioni. Così non si può continuare".

Stamane intanto sit-in dei dipendenti davanti al municipio, mentre una paura avanza: la città potrebbe presto rimanere al buio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune non paga le bollette: la città rischia di restare al buio

NapoliToday è in caricamento