Cronaca

Napoli allagata, Comune e Municipalità litigano: disastro fogne

Sodano: "Ci sono 300 dipendenti comunali nelle dieci municipalità, spetta a loro pulire le caditoie per agevolare l'afflusso dell'acqua piovana nelle fogne". La risposta: "Il vicesindaco è in malafede"

Strade allagate © Tm NewsInfophoto

Una città allagata. Un venerdì nero per Napoli, una situazione ingiustificabile per molti, ed ecco perchè. Come spiega Luisa Maradei del Mattino, sono più di cinquecento i dipendenti comunali impiegati a vario titolo nel servizio fognature e servizi idrici di Palazzo San Giacomo e delle dieci municipalità. Un settore che costa alle casse pubbliche circa 20 milioni di euro, compreso l’appalto alle ditte esterne per la manutenzione ordinaria e straordinaria della rete. Nonostante questi numeri, è successo quello che è successo.


Il vicesindaco Tommaso Sodano, responsabile delle fognature, ha commentato: "Non mi stupisce che 56 millilitri di pioggia in poche ore abbiano mandato in tilt l’intera rete fognaria dopo un lungo periodo di siccità". Dito puntato contro le municipalità: "Ci sono 300 dipendenti comunali nelle dieci municipalità: spetta a loro pulire le caditoie per agevolare l’afflusso dell’acqua piovana nelle fogne. Noi abbiamo 218 dipendenti a San Giacomo diversamente impiegati a presidio dei 15 impianti di sollevamento presenti in città (108 unità), addetti all’autoparco (29). Tra questi ci sono 27 fognatori che si calano materialmente nelle fogne e altre persone impiegate in mansioni amministrative. Ma il vero problema è l’età media del nostro personale: sono quasi tutti sessantenni sulla soglia della pensione, molti dei quali non più idonei a svolgere le loro mansioni. Ecco perché stiamo pensando di coordinare da San Giacomo tutti gli interventi sulle caditoie, togliendo alle singole municipalità una competenza che, evidentemente, non esercitano fino in fondo".

Immediata la risposta dalle municipalità. Il presidente della V Vomero-Arenella Mario Coppeto: "Mi dispiace molto che il vicesindaco Sodano abbia pronunciato queste parole. Lo invito volentieri a uno scambio di ruoli: venga a lavorare nelle municipalità e io faccio il vicesindaco per un giorno".

Fabio Chiosi della I Chiaia-Posillipo: "A Sodano abbiamo esposto dal primo giorno i problemi relativi al sistema fognario. I miei fognatori, pure con mezzi scarsi, puliscono le caditoie fino a un metro, lo abbiamo fatto anche un mese fa anche a largo Sermoneta oggi allagata, ma lì è il collettore che non funziona. Aspettiamo da 6 anni interventi. Ma quello è un settore in cui non si investe meno visibile del lungomare liberato".
APPROFONDIMENTI:
NAPOLI IN GINOCCHIO: "L'AMMINISTRAZIONE RIFLETTA"
LUNGOMARE ALLAGATO AL PRIMO TEMPORALE: LA DENUNCIA
FIUMI IN VIA STADERA: VIDEO
LA METROPOLITANA DI PIAZZA GARIBALDI SOMMERSA: VIDEO
POZZUOLI, DISAGI NELL'AREA FLEGREA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli allagata, Comune e Municipalità litigano: disastro fogne

NapoliToday è in caricamento