menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Salvatore De Stefano / foto Ansa)

(Salvatore De Stefano / foto Ansa)

Omicidio dell'imprenditore napoletano De Stefano, la salma rientra dal Messico

Secondo l'avvocato non ci sarebbe alcuna relazione con il mercato dei generatori falsi, ma il movente sarebbe la vendetta di un altro imprenditore italiano su cui si concentrano gli inquirenti. Oggi i funerali

Dopo essere stata bloccata per diverse ore alla dogana di Napoli, la salma di Salvatore De Stefano, l'imprenditore ucciso lo scorso 4 aprile in Messico, è stata liberata e oggi si svolgeranno i funerali. La salma - partita venerdì da Città del Messico - è stata bloccata per alcune verifiche sui documenti. Lo riporta l'Ansa regionale. "Abbiamo dovuto sopportare anche la mortificazione", spiega la sorella della vittima, Rossella De Stefano. 

Trucidato al ristorante, napoletano ucciso a Città del Messico

Salvatore De Stefano fu ucciso mentre cenava in un ristorante di Città del Messico. In un primo momento si era ipotizzato che il movente potesse essere riconducibile al mercato dei generatori falsi, un settore che riguarda anche i tre napoletani scomparsi ormai da oltre un anno. "Non c'è alcuna relazione con queste truffe dei generatori", spiega invece l'avvocato della famiglia Gennaro Demetrio Paipais. Secondo il legale gli inquirenti starebbero ora indagando su un italiano che potrebbe aver agito per vendetta legata alle attività imprenditoriali della vittima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento