Napoletani scomparsi in Messico, inizia il processo contro i 4 poliziotti

La difesa dei poliziotti prova a far rigettare al giudice la confessione dei poliziotti, sostenendo che sia stata rilasciata sotto tortura. Il giudice accetta la confessione: "Non ci sono prove di questa presunta tortura"

La Fiscalia di Jalisco ha informato dell'inizio del processo a carico dei quattro poliziotti fortemente indiziati di 'sparizione forzata' per il caso dei tre napoletani di cui non si hanno notizie dal Messico dal 31 gennaio. "I presunti sospettati erano già coinvolti nel processo e persiste un anno di detenzione preventiva, mentre proseguono le indagini", fanno sapere fonti ufficiali della Fiscalia dello stato di Jalisco. Intanto si apprende da organi di stampa messicani che nella prima udienza gli avvocati difensori dei quattro poliziotti (che avrebbero ceduto i tre napoletani a una banda armata per 43 euro) hanno provato a far disconoscere la confessione, sostenendo davanti al giudice che "la confessione è avvenuta sotto tortura". Non è stato dello stesso parere il giudice, secondo il quale non ci sono prove di questa tortura, quindi la confessione è stata messa agli atti. 

I quattro agenti rischiano pene che vanno dai 40 ai 60 anni di carcere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

Torna su
NapoliToday è in caricamento