Napoletani scomparsi in Messico, uno dei quattro poliziotti si dichiara innocente

Si tratta della centralinista Lidia Guadalupe, con cui hanno parlato i familiari, che avrebbe in un primo momento confermato l'arresto dei tre napoletani, salvo poi ritrattare pochi minuti dopo

Stando a quanto emerge dagli organi di stampa messicani, Daniel Campus Garcia, il Giudice per il controllo dei crimini con sede a Ciudad Guzman, ha deliberato ieri, durante la prima udienza del processo ai quattro poliziotti indiziati di sparizione forzata dei tre napoletani, che ci sono elementi per presumere che tre dei quattro poliziotti hanno partecipato direttamente a questo crimine. La funzionaria accusata, Lidia Guadalupe, che lavorava nella rete di operatori telefonisti della stazione di polizia municipale, ha solo ammesso di rispondere al telefono e ha dichiarato di non essere a conoscenza del rapimento dei tre italiani

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il figlio di Raffaele Russo, Francesco, ha dichiarato ai giornali messicani: "Non capisco perché la Fiscalia (Procura) di Jalisco non lasci questo caso a persone più idonee. Non ci stanno aiutando, vogliono solo infangare il nome della mia famiglia, non vogliono fare nulla per trovare la mia famiglia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento