"Con le tasse avete pagato la sparizione dei napoletani": l'inchiesta choc in Messico

Il giornalista di Canale 44 Omar Garcia svela lo stato delle forze armate nello stato di Jalisco, dal quale sono spariti i tre napoletani. "Sottopagati e in numero esiguo, senza formazione, sono costretti a cercare altri lavori"

(i quattro poliziotti accusati di sparizione forzata nel caso dei tre napoletani)

"Con le tue tasse hai pagato per la sparizione forzata di tre italiani": si apre così un'inchiesta choc del giornalista messicano Omar Garcia, reporter di Canale 44. L'inchiesta punta a evidenziare le differenze tra le forze di polizia messicane, valutate in media, e quelle di Jalisco, lo stato dal quale sono spariti i tre napoletani Raffaele, Antonio e Vincenzo, di cui non si hanno notizie dal 31 gennaio. Garcia spiega che "durante l'amministrazione Sandoval  - Governatore capo di Jalisco - 14 sezioni di polizia municipale sono state disarmate, 54 poliziotti sono stati ritenuti responsabili di crimini". Il caso più emblematico citato da Garcia riguarda la nostra città: i tre napoletani, infatti, sono stati ceduti da tre poliziotti del municipio di Tecalitan a una banda armata locale. Gli stessi poliziotti hanno confessato di aver consegnato i napoletani ai criminali per 43 euro. Nonostante l'ammissione, le ricerche non registrano passi in avanti da mesi. L'infografica (credits: Irving Garcia per Canale 44) mostra chiaramente le lacune della polizia di Jalisco. 

Policías-Jalisco-Canal-44-2

Nello stato di Jalisco non esistono aule di computer o palestre per poliziotti. Gli agenti non vengono formati adeguatamente. Il salario medio è nettamente inferiore se paragonato agli altri stati messicani. Un esempio: l'autista del sindaco di un piccolo comune guadagna il doppio di un poliziotto. Inoltre, i cittadini di Jalisco sono molto meno protetti: in questo stato lavorano, in media 0,7 poliziotti per mille abitanti. La soglia raccomandata è tripla, o quasi. "Ci sono pochi incentivi per l'onestà", scrive Garcia. A Jilotlàn, il paese governato dal sindaco Andrade, ucciso nei giorni scorsi, lavorano 13 poliziotti per quasi 10mila abitanti. Una situazione devastante in cui, come spiega Garcia, per un poliziotto è necessario trovare un secondo lavoro e molto semplice cadere nella estesa rete del crimine organizzato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • SuperEnalotto da capogiro a Bacoli, vincita da mezzo milione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento