Napoletani scomparsi in Messico, nuova ipotesi: un affare con i contadini è andato male

Il settimanale Oggi ipotizza dissapori tra i coltivatori di avocados nello stato di Michoacan e i tre napoletani. Tre riscontri DNA hanno dato esito negativo finora

(la foto con i contadini è stata diffusa dalla tv Estrellas)

Si ipotizza ci sia un affare andato male dietro la scomparsa dei tre napoletani in Messico. Fonti messicane hanno riferito al settimanale Oggi (la cui esclusiva è riportata da Dagospia) un nuovo movente: la scomparsa sarebbe legata a dissapori tra i contadini dello stato di Michoacan, coltivatori di avocados, e i napoletani. Secondo quanto riferito ai giornalisti del settimanale, i coltivatori sarebbero legati al clan CJNG, capeggiato dal temibile Mencho, intercettato in una inquietante telefonata in cui impartiva ordini ai poliziotti messicani. Dal 31 gennaio, giorno della scomparsa, le ricerche non hanno fatto grossi passi in avanti: alcuni cadaveri rinvenuti nei dintorni di Tecalitlan, sottoposti a test DNA, hanno dato riscontri negativi. Si sa che tre poliziotti hanno confessato di aver ceduto (per 43 euro) i napoletani a una banda armata locale.

La famiglia Russo ha offerto una ricompensa di 2 milioni di pesos in cambio di informazioni. Silvana Esposito, moglie di Raffaele Russo, madre di Antonio, dice a Oggi: "Non mi fido dei poliziotti messicani, chiedo al ministro Minniti di inviare investigatori italiani".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • L'avventura di Ciro Di Maio: "Mio padre ha lasciato il clan, ora io sono un imprenditore di successo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento