Napoletani scomparsi in Messico: ripartono le ricerche dopo il Coronavirus

Videoconferenza di avvocati e familiari con le autorità messicane

Ripartiranno le ricerche dei tre napoletani scomparsi in Messico il 31 Dicembre 2018. Lo ha annunciato l'avvocato Claudio Falleti al termine di una videoconferenza con le autorità messicane a cui ha partecipato insieme all'avvocato Luigi Ferrandino e a Francesco Russo, parente degli scomparsi Raffaele, Antonio e Vincenzo Cimmino. La decisione giunge dopo l'istanza urgente inviata alle autorità messicane a seguito  della richiesta inoltrata da Falleti al Comitato sulle Sparizioni forzate dell'Onu.

Alla videoconferenza hanno preso parte anche i rappresentanti dell'Ambasciata Italiana, l'avvocato messicano Joaquin Esparza Mendez. La notizia della riunione è stata accolta favorevolmente dagli avvocati italiani, vista come l'avvio di una collaborazione proficua alle ricerche. Il prossimo momento di confronto è fissato tra 15 giorni per valutare il piano predisposto dalle autorità

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

Torna su
NapoliToday è in caricamento