menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Museo Archeologico di Napoli sorto sulla necropoli di Santa Teresa

Il maestoso palazzo, costruito nel 1585 come "caserma di cavalleria", ospita attualmente il museo. È stato realizzato sull'area di un'antica necropoli della greca Neapolis

Il Museo archeologico nazionale di Napoli vanta il più ricco patrimonio di opere d'arte e manufatti di interesse archeologico vigente attualmente in Italia ed è considerato uno dei più rilevanti musei al mondo per quanto concerne la storia dell'epoca romana.

L'edificio si estende su una superficie espositiva complessiva pari a 12.650 mq. Il maestoso palazzo del real museo, costruito nel 1585 come "caserma di cavalleria", ospita attualmente il museo. E' stato realizzato sull'area di un'antica necropoli della greca Neapolis: la necropoli di Santa Teresa.

Sono tre le sezioni di cui si compone il museo: la collezione Farnese (costituita da reperti provenienti da Roma e dintorni), le collezioni pompeiane (con reperti provenienti dall'area vesuviana, appartenenti soprattutto delle collezioni borboniche) e la collezione egizia.

La maggioranza delle sezioni del museo sono costituite da collezioni private acquisite o donate alla città nel corso della storia: come le collezioni Farnese e Borbone, la collezione Borgia, la Santangelo, la Stevens, la Spinelli ed altre. 

I lavori di restauro e di ristrutturazione dell'edificio avviati nel 2012 hanno consentito e permetteranno in futuro ad alcune raccolte rimaste escluse dalla visita per decenni di trovare una definitiva sistemazione nell'edificio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dramma a Sanremo: morta la mamma del maestro Campagnoli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento