Cronaca

Muore sul treno per un malore e gli portano via la fede nuziale: l'appello dei familiari

L'uomo, un cittadino di San Giorgio a Cremano, era deceduto su un treno partito da Napoli e diretto ad Ascea

Immagini di repertorio

Ha un malore a bordo di un treno e muore, ma qualcuno invece di soccorrerlo gli ha sfilato la fede nuziale dall’anulare e gliel'ha portata via. È accaduto lo scorso 17 giugno a bordo di un treno partito da Napoli diretto ad Ascea ad un cittadino di San Giorgio a Cremano, Giorgio D’Amato. A denunciare l'accaduto è il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, contattato da un conoscente della vittima.

Salve sig. Borrelli, un cittadino di San Giorgio a cremano è stato vittima di un malore sul treno perdendo la vita all’altezza di Capaccio Scalo. La cosa che ha del vergognoso è che gli è stato sottratto l’anello nuziale, su quel treno è morto da solo in balia degli sciacalli, stiamo facendo un appello affinché anche in forma anonima ci venga restituito l’anello, la prego ci aiuto". Questo l’appello di Guido, che si unisce a quella della figlia dell’uomo, Rossella: "Se qualcuno è in possesso di questo anello semplice ma dal forte valore affettivo vi chiedo di farcelo recapitare anche in forma anonima". 

Siamo davvero senza parole, compiere un simile atto di sciacallaggio è a dir poco vergognoso. Se chi ha commesso tale gesto volesse redimersi, può restituire la fede ai familiari del. sig. D’Amato contattando sua figlia Rossella sul suo profilo Facebook o il sig. Guido”, scrive il consigliere Borrelli sui social.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore sul treno per un malore e gli portano via la fede nuziale: l'appello dei familiari

NapoliToday è in caricamento