Muore per un'emorragia cerebrale, i suoi organi saranno donati: l'aveva deciso rinnovando la carta d'identità

Il gesto nobile del 22enne deceduto

La corsa disperata in ospedale a Pozzuoli per una grave emorragia cerebrale. I medici tentato invano di salvargli la vita, ma ormai è troppo tardi. Si spegne così improvvisamente la vita di un 22enne amante del prossimo, tanto da aver scelto di diventare un donatore dopo l'ultimo rinnovo della carta di identità. 

 I suoi reni e il suo fegato sono stati prelevati dall'equipe del Santa Maria delle Grazie guidata da Francesco Diurno e sono stati trapiantati a due pazienti in Campania e in Sicilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Niente può colmare la perdita di un ragazzo di 22 anni. Commuove e riempie di speranza, però, la generosità del suo gesto e la disponibilità dei suoi familiari. La scelta di indicare sulla carta di identità la volontà di donare gli organi è un'importante gesto solidale che può regalare speranza. A nome di tutto il personale dell'Asl Napoli 2 Nord - dice Antonio d'Amore, Direttore Generale dell'ASL Napoli 2 Nord - esprimo il cordoglio ai genitori del 22enne e li ringrazio per aver rispettato la sua scelta":

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • Stop agli spostamenti interprovinciali (non giustificati), torna l'autocertificazione: la nuova ordinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento