menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia Municipale

Polizia Municipale

Calci e pugni al viso agli agenti che lo stavano multando

Giovane 21enne, fermato alla guida di uno scooter senza casco e senza patente, aggredisce con ferocia tre agenti della Polizia Municipale. Alla fine è stato bloccato e arrestato

Sabato sera, una pattuglia della Polizia Municipale, diretta dal Capitano Rodolfo Raiola, ha fermato un giovane che, in sella ad uno scooter in area pedonale, metteva a rischio l'incolumità dei passanti in via Benedetto Croce, con un'andatura, peraltro, pericolosa.

Durante il controllo, gli agenti hanno scoperto che il 21enne, oltre a guidare lo scooter senza casco, non aveva mai conseguito la patente. Per il motociclo, quindi, è immediatamente scattato il fermo amministrativo. Violentissima la reazione del giovane che, all'improvviso, si è scagliato prima sull’agente che stava redigendo i verbali, colpendolo ripetutamente con pugni al viso e calci per poi aggredire, con una testata al volto, l’altro agente.

In aiuto ai due agenti è accorso l’Ufficiale del Corpo presente in zona, ma il 21enne, come una furia, ha aggredito anche quest'ultimo, colpendolo con molti pugni al viso. I tre vigili, alla fine, sono riusciti a bloccare e ad arrestare l'aggressore, risultato avere numerosi precedenti specifici, oltre che per violenza carnale ed essere già sottoposto all’obbligo di firma presso il Commissariato “Borsa” della Polizia di Stato.

Per il giovane, il magistrato di turno, ha disposto gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. Per gli agenti colpiti a sangue la prognosi è di 10 giorni.

“Da questo fine settimana, per la massiccia presenza di turisti e nostri concittadini il Comando della P.M., d’intesa con il Sindaco, ha intensificato i controlli nell’area Decumani – ha detto il Comandante del Corpo Ciro Esposito –. L’applicazione delle regole vede ancora oggi troppo spesso, reazioni violente nei confronti degli operatori che agiscono per la tutela della collettività. La vicinanza e solidarietà – aggiunge ancora Esposito – va ai miei uomini che sono stati aggrediti solo perché stavano facendo il loro lavoro finalizzato al rispetto delle regole ed all’applicazione delle norme”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento