Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Via Armando Diaz

Mugnano, arte e cultura per la riqualificazione dei Beni Comuni

Alla Chiesa di Santa Maria, per anni abbandonata, la cittadinanza attiva propone mostre d'arte, cinema e rassegne letterarie. Si apre una nuova sfida anche per la Villetta di San Lorenzo

La Mostra MugnanArt alla Chiesa di Santa Maria

Mugnano, rassegna di eventi per promuovere l’arte e la cultura nei locali della Chiesa di Santa Maria in via Diaz. La struttura, per molti anni rimasta chiusa e abbandonata, è ormai luogo di riferimento per incontri ed eventi culturali nella cittadina. Tante le associazioni che portano idee e contenuti per rivivere spazi a lungo rimasti preda dell’incuria.
Ad aprire le porte della chiesa, con un atto simbolico di forza, furono a dicembre gli attivisti del Comitato Civico Cambiamo Mugnano, per portare alla luce il problema del riutilizzo degli spazi abbandonati del paese, in quanto beni comuni da riqualificare e restituire alla cittadinanza. La struttura, situata proprio nel centro storico della cittadina a nord di Napoli, torna quindi a rivivere grazie alle proposte di tanti cittadini e ai lavori di messa in sicurezza portati a termine dagli attivisti del Comitato civico.

Proprio il Comitato Cambiamo Mugnano, ha proposto in questi mesi una rassegna cinematografica gratuita: questa sera, alle 20.30, sarà proiettato il film “I love Radio Rock” di Richard Curtis, mentre sono già state trasmesse le pellicole “Passione” di Turturro e “Across the Universe” di Julie Taymor.

L’associazione culturale Moviarte, nelle scorse settimane, ha promosso la presentazione di libri di grande successo: “La gang dei sogni” e “Il grande scomunicato” di Luca di Fulvio,  “Benvenuti in casa Esposito” di Pino Imperatore e “Se Steve Jobs fosse nato a Napoli” di Antonio Menna. Il tutto nell’ambito di una rassegna letteraria intitolata “Il venerdì d’Autore” (condita dall’accompagnamento musicale degli studenti di chitarra classica dell’accademia musicale di Acerra) che proseguirà ancora il 4 maggio con l’autore Maurizio De Angelis e l’8 giugno con il sociologo Vincenzo Moretti (incontri che si terranno però nella sede dell’associazione, in Via Chiesa 6).

In questi ultimi giorni, inoltre, una rete di associazioni culturali e di promozione del territorio (Illimitarte, Moviarte, Comitato per la Pace Vittorio Arrigoni, Alice, New Rumor Sounds, con il patrocinio del Comune di Mugnano) ha invece allestito una mostra collettiva di pittura (con esposizioni di Luigi Brandi, Vincenzo Tesone, Massimo De Stasio, Zeinab Hassan, Roberta Imparato e Alfonso Trillicoso) che si inserisce in una rassegna di arte e cultura dal titolo “MugnanArt” che terminerà il primo maggio: sabato e domenica previsti rispettivamente la presentazione del libro di Giuseppe Scrima “Io pedalo solo” e un viaggio nell’arte della poesia napoletana con il libro “Il racconta Poesie” a cura di Dario De Lucia.


Tanti gli eventi organizzati (anche l’8 marzo ha visto a raccolta una serie di associazioni e comitati per una giornata all’insegna del dibattito contro discriminazione e violenza, anticipato dalla proiezione del film “Matrimonio all’italiana") e molti altri quelli in programma.

Fermento e mobilitazione a Mugnano attorno alla riqualificazione degli spazi “comuni” attraverso la proposta culturale, che per crescere e sopravvivere ha bisogno dell’aiuto e della partecipazione di tutta la cittadinanza. Un capitolo nuovo si apre adesso anche con la Villetta Comunale di San Lorenzo, all’interno della quale, il sindaco Giovanni Porcelli accorda che una serie di eventi siano affidati all’organizzazione del Comitato Civico Cambiamo Mugnano e apre a tutta la cittadinanza la promozione di momenti di incontro.

A tal proposito, il Consigliere Mauro Romualdo, spiega in una nota : “Indipendentemente dalla crisi economica che rende più difficoltoso da parte degli Enti preposti il mantenimento e la valorizzazione degli spazi liberi è opportuno che accanto al Comune vi sia la cittadinanza stessa attraverso le sue associazioni locali e seguendo agili ma rigorosi protocolli d’intesa a sentirsi responsabile del suo territorio ed a mobilitarsi per far sì che anche un fazzoletto di verde possa comunque generare una molteplicità di occasioni-scintille di incontro, di iniziativa, di festa.
L’ istanza per l’utilizzo della villetta comunale di Via San Lorenzo da parte del Comitato civico Cambiamo Mugnano, accolta in tempi brevi con autorizzazione del Sindaco Giovanni Porcelli con entusiasmo e spirito di innovazione, mi sembra vada in tal senso laddove dichiara con lodevole convinzione il suo impegno per la salvaguardia dell’ ambiente e la tutela delle aree verdi, per il coinvolgimento nella vita del comitato di un numero sempre più elevato di cittadini, per l’ organizzazione di momenti di interesse culturale e sociale, per la promozione di attività all’ aperto specie con l’ arrivo del bel tempo. Non si tratta, a parer mio, di aver fatto un passo indietro da parte del Comune nell’ affidare, con tutte le cautele del caso, la Villetta al Comitato per le finalità di cui all’ istanza ed allo statuto, ma di aver fatto un passo avanti Comune e cittadinanza affinché la Villetta possa trarre nuova linfa dai cittadini che l’abiteranno come una seconda casa, una casa più grande e soprattutto senza porte e senza finestre, aperta a chiunque vi voglia risiedere in armonia ed in amicizia".


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mugnano, arte e cultura per la riqualificazione dei Beni Comuni

NapoliToday è in caricamento