menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
'o Rom a Mugnano (foto V. Graniero)

'o Rom a Mugnano (foto V. Graniero)

Mugnano: antirazzismo, integrazione e la musica degli ‘o Rom

Serata all'insegna della multiculturalità nella Villetta Comunale "Miriam Makeba" promossa dal Comitato Civico Cambiamo Mugnano. Ospite d'onore il gruppo musicale multietnico con il suo album "Vacanze Romanes"

Un’esplosione di musica e colori ha riempito, ieri sera, la villetta comunale “Miriam Makeba” di via San Lorenzo a Mugnano.

Una serata, promossa dal Comitato Civico Cambiamo Mugnano, dedicata all’antirazzismo, all’integrazione e alla multiculturalità che ha avuto come fulcro il concerto del gruppo ‘o Rom, composto da tra musicisti napoletani (Carmine D'Aniello, Carmine Guarracino, Amedeo Della Rocca) e tre musicisti rumeni di etnia rom (Ilie Pipica, Ion Tita, Ilie Zbanghiu).

Il gruppo, che sta riscuotendo un enorme e meritato successo, ha fatto riflettere ma anche ballare il numeroso pubblico accorso suonando pezzi tratti del primo album appena pubblicato "Vacanze Romanes" (disco che ha ricevuto il patrocinio morale dell'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Napoli) e poi re-interpretando stupende tarante del Mediterraneo.

Un incontro tra musica e cultura, festa e riflessione che ha toccato temi come la multiculturalità, l’accoglienza e la condivisione, passando anche per ambiente, e rifiuti , il tutto all’interno di una location che da qualche mese è gestita direttamente dai cittadini, in accordo con il Comune di Mugnano.
La Villetta è stata, infatti, ufficialmente inaugurata (per la seconda volta da quando è stata riqualificata un paio di anni fa) nei primi giorni di giugno con un dibattito sui problemi ambientali, sul ruolo della cittadinanza attiva e con la proiezione del film “Benvenuti al Sud”, alla quale i cittadini hanno assistito insieme all’attore Giacomo Rizzo, ospite d’onore della serata.

Motivo ricorrente degli eventi mugnanesi è ormai quello della sensibilizzazione dell’opinione pubblica rispetto al tema della pericolosità discariche e degli inceneritori, piaga di tutto il territorio a nord di Napoli, e dell’importanza di un nuovo modo di “vivere” il rifiuto attraverso il riuso, il riciclo e il recupero. Anche ieri i cittadini hanno esposto uno striscione contro nuove discariche e nuovi bruciatori e hanno diffuso in tutta la villetta punti di raccolta differenziata che a Mugnano, grazie al sistema porta a porta e all’isola ecologica per i materiali speciali (compresi gli oli esausti) raggiunge e supera costantemente la quota del 60 per cento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento