Morte ginecologo napoletano, non è accantonata l'ipotesi omicidio

I familiari del dottor Stefano Ansaldi chiedono maggiore riserbo e rispetto da parte degli organi di stampa

Proseguono le indagini dei carabinieri sulla morte di Stefano Ansaldi, il ginecologo di 65 anni trovato senza vita a Milano. Al momento gli inquirenti non scartano nè l'ipotesi suicidio e nè quella di omicidio e sono al lavoro per raccogliere più informazioni possibili sulla vita personale e patrimoniale del noto professionista che aveva un importante studio medico in piazza Cavour a Napoli.

Dal suo arrivo a Milano (era giunto in Lombardia in treno come aveva detto alla moglie per incontrare colleghi) e nelle tre ore successive di permanenza, fino al ritrovamento del corpo senza vita per una coltellata alla gola, non si sa se e chi abbia effettivamente visto. C'è un buco di oltre un'ora nelle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Il rolex è stato trovato accanto al cadavere e nella tasca del cappotto c'erano 20 euro e la carta di indentità. Ansaldi indossava dei guanti in lattice. Nessuna traccia invece del telefonino che risultava spento da oltre un'ora. Un testimone che lo ha visto accasciarsi al suolo non ha notato nessuno allontanarsi. E infine sul coltello da cucina rinvenuto sulla scena del crimine non ci sono impronte.

La nota della famiglia del ginecologo

"I familiari del dottor Stefano Ansaldi, nel confermare la più ampia fiducia nei confronti della magistratura e degli organi di polizia giudiziaria, che lavorano incessantemente per trovare i colpevoli del brutale assassinio del loro congiunto, confidano che sia rispettato il loro profondo dolore e chiedono particolare e maggiore riserbo da parte degli organi di stampa, vista la diffusione di notizie che non hanno, allo stato, alcun fondamento, ma che provocano ulteriore ed inutile sofferenza ai figli, alla moglie ed ai familiari tutti del dottor Ansaldi". Lo afferma in nome e per conto della famiglia di Ansaldi, il ginecologo ucciso in strada a Milano, l'avvocato Francesco Cangiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimagrire velocemente: la dieta Kempner per perdere fino a 20 chili in un mese

  • Il rider rapinato è ancora senza lavoro: rifiutate due offerte

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

  • Acqua, bicarbonato e limone: benefici e controindicazioni

Torna su
NapoliToday è in caricamento