rotate-mobile
Cronaca

Morte Cutolo, Roberto Saviano: "Fu più potente di un primo ministro"

Il boss fondò e fu il temuto e potente capo della Nuova Camorra Organizzata 

"Cutolo fu boss potente, più di un primo ministro. Un potere che lo tenne in carcere tutta la vita, i segreti che si porta nella tomba non riuscirono a ricattare il potere politico che l'aveva usato. Uomo violento e disperato partorito da un un territorio violento e disperato". Così lo scrittore Roberto Saviano sui social sulla morte di 'O Professore.

Il boss 79enne era ricoverato presso il reparto sanitario detentivo del carcere di Parma. Da circa un anno le sue condizioni di salute erano precarie. Nel giugno scorso il Tribunale di sorveglianza di Bologna aveva respinto la richiesta di domiciliari. Fondò e fu il temuto e potente capo della Nuova Camorra Organizzata. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Cutolo, Roberto Saviano: "Fu più potente di un primo ministro"

NapoliToday è in caricamento