rotate-mobile
Cronaca

Ritrovato il cadavere del poliziotto scomparso: aperta un'inchiesta

Dopo il recupero della salma, si indaga sulla dinamica dell'incidente

Ritrovato il cadavere del poliziotto - un assistente scelto aggregato della Scientifica di 31 anni, di Napoli - che era scomparso dalla serata di ieri a Lampedusa. Subito dopo l'alba, un natante dei vigili del fuoco ha iniziato la perlustrazione, via mare, dirigendosi verso località Ponente. Fra le rocce, sottostanti al costone di Ponente, è stata ritrovata la salma.

In località Ponente, ieri sera, quando è stato ritrovato lo scooter del giovane poliziotto - che era da una settimana circa in servizio all'hotspot di contrada Imbriacola -, è stato rinvenuto anche lo zaino con la macchina fotografica. Un dettaglio che non dovrebbe essere di poco conto e che potrebbe risultare decisivo nel corso delle indagini. Sulla morte del giovane, infatti, è stata aperta un'inchiesta che dovrà chiarire la dinamica dell'incidente.

Ieri sera, quando è scattato l'allarme: dovuto proprio al fatto che era stato notato quel ciclomotore a Ponente e il trentunenne non si era presentato in servizio, sul posto si sono subito precipitati oltre ai vigili del fuoco del distaccamento terrestre anche i militari della Guardia di finanza e quelli dei carabinieri. I pompieri hanno anche subito chiesto l'intervento del personale specializzato Tas e delle unità cinofile che sarebbero dovute arrivare stamattina. 

Leggi la notizia su Agrigentonotizie.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato il cadavere del poliziotto scomparso: aperta un'inchiesta

NapoliToday è in caricamento