menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa

Foto Ansa

Sepulveda e quella sua visita a Napoli: "Ecco come la racconterei"

In un'intervista concessa in occasione della sua prima visita a Napoli nel '99, Luis Sepúlveda confessò che avrebbe potuto scrivere un racconto sulla città

Era il giugno del 1999 quando, in un'intervista concessa in occasione della sua prima visita a Napoli, Luis Sepúlveda confessò che avrebbe potuto scrivere un racconto sulla città,

"Lo farei - disse al tempo Sepulveda al Mattino - a partire dal ricordo d'infanzia di un napoletano emigrato in Sudamerica, uno con una bella voce, legato alla sua terra e con la voglia di tornarci. Ci metterei quel che ho visto andando in giro nelle vie di Napoli dalle sette del mattino: il disordine allegro di un popolo così simile a noi latinoamericani nella forma dell'essere. Gente anarchica e libera, che non si ferma ai semafori e fa quel che vuole, poi aggiungerei tanto mare". E da ambientalista aggiunse: "Però il mare lo racconterei pulito, non sporco come quello che vedo".

Sepulveda - scrittore, giornalista, sceneggiatore, poeta, regista e attivista cileno naturalizzato francese - si è spento ieri in Spagna, a Oviedo, in seguito alle conseguenze da contagio di Coronavirus. Anche il sindaco Luigi de Magistris lo ha ricordato ieri con un tweet.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento