rotate-mobile
Cronaca Poggioreale / Via Emanuele Gianturco

Carbonizzato mentre riparava un pantografo. Muore operaio di 31 anni

Deceduto sul colpo il giovane Vincenzo Viola originario di Somma Vesuviana. Travolto dalle fiamme mentre lavorava a Gianturco

È morto sul colpo sul lavoro mentre riparava lavorava in un deposito ferroviario. È stato questo il triste destino a cui è andato incontro questa notte il 31enne Vincenzo Viola, operaio ferroviario morto mentre era impegnato nella riparazione di una linea. Il giovane di Somma Vesuviana è deceduto all'interno dell'officina di Gianturco di Trenitalia mentre stava lavorando ad un pantografo. Operazione che gli è risultata fatale visto che è stato investito dalle fiamme ed è morto carbonizzato sul colpo. Inutile l'intervento dei colleghi prima e poi dei sanitari del 118 e dei vigili del fuoco. Per il 31enne non c'è stato nulla da fare. Troppo gravi le ustioni che gli hanno tolto la vita dopo pochi minuti.

Sul posto oltre ai soccorsi sono intervenute anche le forze dell'ordine per stabilire l'esatta dinamica che ha portato al decesso degli operai. Le indagini sono state affidate in particolare alla polizia ferroviaria che ha provveduto a porre sotto sequestro l'area come richiesto dalla magistratura. Il pm della procura di Napoli ha disposto anche l'autopsia sul corpo di Viola che potrebbe dare dei segnali riguardanti le cause dell'incidente. C'è da stabilire se il decesso sia stato causato da una carenza nelle misure di sicurezza o da un guasto imponderabile. La salma del 31enne è per ora al Secondo policlinico di Napoli in attesa di essere sottoposta all'esame autoptico.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carbonizzato mentre riparava un pantografo. Muore operaio di 31 anni

NapoliToday è in caricamento