rotate-mobile

Ragazzo di 20 anni muore sul lavoro: la disperazione di parenti e colleghi | VIDEO

Il giovane di vent'anni sarebbe morto incastrato in un macchinario in una ditta di Afragola per cause ancora da accertare

Un'altra vittima sul lavoro. Questa volta si tratta di Raffaele Vergara un ragazzo di 20 anni che, secondo quanto dichiarato dai carabinieri, sarebbe morto incastrato in un macchinario della Delifood, una ditta di Afragola specializzata in prodotti alimentari. 

Sul posto carabinieri e vigili del fuoco. Non sono chiare ancora le cause dell'incidente. Sul luogo del decesso sono giunti anche i familiari del ragazzo che hanno manifestato tutta la loro disperazione con lacrime e urla udibili anche a metri di distanza. La famiglia è di Crispano. Oltre al padre e alla madre, ci sarebbero anche due fratelli. 

In questo momento, si starebbe tentando di estrarre il corpo del lavoratore dalle lamiere. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Castello di Cisterna. 

morto giovane raffaele vergara

Lutto cittadino

Il sindaco di Crispano Michele Emiliano ha scritto: "A nome mio e di tutta la città di Crispano esprimo profondo dolore per la tragica morte del nostro giovane concittadino Raffaele Vergara, morto sul luogo di lavoro. Il mio pensiero in questo momento va ai familiari a cui esprimo - a nome di tutta la città – il nostro sentito cordoglio e la nostra vicinanza.

Questo tragico evento impone un impegno forte e non più rinviabile da parte di tutti sui temi della sicurezza sui luoghi di lavoro. E' necessario che, da parte di tutti i soggetti interessati a questo importante e delicato tema, sia ancora più forte il senso di responsabilità per evitare incidenti inaccettabili in un Paese come l'Italia. Abbiamo deciso di dichiarare nel giorno dei funerali della giovane vittima il lutto cittadino".

raffaele vergara

Tipaldi, Cisl Napoli: "Strage inaccettabile"

“Al cordoglio per una morte orribile di un ragazzo tanto giovane, si unisce l'indignazione perché incidenti come questo sono inaccettabili, come inaccettabile è~ogni morte sul lavoro – E’ quanto afferma Gianpiero Tipaldi, segretario generale della Cisl Napoli - come Cisl continuiamo a chiedere un intervento straordinario delle istituzioni preposte che devono mettere in campo rapide azioni di controlli serrati per stimolare le imprese del territorio alla più completa applicazione delle normative in materia di salute e sicurezza, e fare di più sul piano della informazione e formazione,  dove siamo già impegnati come sindacato, specialmente in una provincia, come quella di Napoli,  con un mercato del lavoro fatta di tanta precarietà e di tante violazioni in materia di sicurezza”.

Video popolari

NapoliToday è in caricamento