Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Addio a Giuseppe Tesauro: grande giurista napoletano

Già docente universitario, Tesauro è stato presidente dell'Antitrust

Lutto a Napoli per la morte di Giuseppe Tesauro. Tesauro, 78 anni, è stato tra i giuristi più importanti della città partenopea. Tra i tanti incarichi ricoperti (nel 1988 fu nominato, presso la Corte di giustizia delle Comunità europee, avvocato generale) anche quello di presidente dell'Antitrust - Autorità garante della concorrenza e del mercato - dal 1998 al 2005.

Tesauro, inoltre, nel 2005 fu nominato giudice della Corte costituzionale dall'allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Successivamente venne nominato anche Presidente della Consulta: carica che ricoprì fino a novembre 2005. Stimato da tanti, per le sue qualità professionali e morali, Tesauro è stato docente presso la Federico II, dove lui stesso si laureò in Giurisprudenza. Inoltre, è stato docente universitario a Messina, Catania e Roma.

Il cordoglio del sindaco de Magistris

Questo il messaggio del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris: "Esprimo da Sindaco di Napoli e Presidente del Consiglio d’indirizzo del teatro San Carlo, il profondo cordoglio mio personale e della città per la fine terrena del Prof. Giuseppe Tesauro, presidente emerito della Corte Costituzionale, insigne maestro di diritto, uomo di infinita cultura e di profonda sensibilità sociale e politica.

All’interno del Teatro più antico d’Europa, quale componente del consiglio d’indirizzo, ha sempre dato un elevatissimo contributo istituzionale e scientifico. Espressione della immensa tradizione giuridica napoletana il Prof. Tesauro lascerà in eredità il suo encomiabile insegnamento ed il suo radicato sapere esercitato anche tra le più alte cariche istituzionali.

Ai suoi cari e ai suoi familiari rappresentando le più sentite condoglianze non posso non ricordare la sua abnegazione e sensibile umanità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Giuseppe Tesauro: grande giurista napoletano

NapoliToday è in caricamento