Chef muore dopo un'odissea in tre ospedali: scatta l'inchiesta

Sequestrate le cartelle cliniche e disposta l'autopsia sul corpo del 49enne

Poetini

Indagine della Procura di Napoli sulla morte dello chef di Torre del Greco Giuseppe Poetini, avvenuta dopo il trasferimento in tre diversi ospedali. Il fascicolo è stato aperto su richiesta dei familiari dello chef 49enne, come riporta Il Mattino. Sequestrate le cartelle cliniche e disposta l'autopsia sul corpo di Poetini, che nel mese di giugno ha iniziato ad avvertire forti dolori allo stomaco.

 Nella notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre i familiari lo hanno portato per controlli all’ospedale Maresca di Torre del Greco, dove gli viene diagnosticata un’ulcera duodenale. Viene disposto il trasferimento in una struttura dotata di un reparto di rianimazione, gli Ascalesi. Dopo un miglioramento i valori di emoglobina dello chef crollano nuovamente, Poetini viene trasferito al Cardarelli, in quanto agli Ascalesi nel weekend il reparto di gastroenterologia dell’Ascalesi non è in funzione, dove trova la morte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento