rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Imprenditore si toglie la vita, la sua attività era stata chiusa: in una lettera i motivi del gesto

Il corpo senza vita dell'uomo è stato trovato dai carabinieri. Lascia due figlie

Tragedia a Marano di Napoli per la morte di Giovanni Cerqua. Il 52enne, titolare di una falegnameria, aveva subito la chiusura per alcune difformità della sua attività e ciò potrebbe averlo turbato fino al punto di togliersi la vita, secondo le prime ricostruzioni. 

Il corpo senza vita dell'uomo è stato trovato dai carabinieri di Marano, spiega IlMattino. Lascia due figlie. Disposta l'autopsia.

Cerqua avrebbe lasciato una lettera in cui spiegherebbe le ragioni del gesto estremo.

"La sua attività era stata chiusa un mese fa dalla polizia municipale per alcune difformità. Da allora, possiamo solo immaginare cosa abbia passato, stretto tra una burocrazia lenta e a volte inutilmente cieca e una crisi economica che ha messo in ginocchio famiglie e imprese. Condoglianze alla famiglia di Giovanni. E una carezza a Lupin, il suo fedele cane, rimasto tutto il tempo a vegliare su di lui", scrive Severino Nappi della Lega.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore si toglie la vita, la sua attività era stata chiusa: in una lettera i motivi del gesto

NapoliToday è in caricamento