Morte vigilante, la figlia: "L'ergastolo è troppo poco. Giustizia per papà"

Gennaro Schiano è morto in seguito ad una lite con un 18enne incensurato

Lina, figlia di Gennaro Schiano, il vigilante morto in ospedale a 4 mesi dall'aggressione subita in via vicinale San Donato (stazione La Trencia), ha rilasciato alcune dichiarazioni a Repubblica su quanto accaduto al padre.

"Vogliamo giustizia per papà, ma l'ergastolo è troppo poco per il dolore che ci ha dato", denuncia Lina. Gennaro Schiano è morto in seguito ad una lite con un 18enne incensurato, che l'ha aggredito colpendolo con una ginocchiata alla testa mentre era a bordo di un treno della Cumana, l'8 maggio scorso.

"Riposa in Pace. Morto due volte, assassinato due volte. Dalla mano del giovane criminale che ti aggredì e dallo Stato che non ti ha protetto". E' il commento del Presidente Emerito dell'Associazione nazionale guardie particolari giurate, Giuseppe Alviti, in ricordo del vigilante aggredito alla stazione “Trencia” di Pianura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIOLENZA

Solamente sei mesi prima dall'aggressione subita da Gennaro Schiano, un altro vigilante, Francesco Della Corte, anche lui guardia giurata era stato ammazzato da una baby gang, per futili motivi, mentre terminava il proprio turno di lavoro nella metropolitana di Piscinola. Della Corte perse la vita, dopo diversi giorni di ricovero in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

Torna su
NapoliToday è in caricamento