Agguato in via Terracina, morto Gaetano Mercurio

Quarantatré anni, era ritenuto vicino al clan Troncone, attualmente in conflitto con i Vitale per il controllo del rione Lauro

Foto d'archivio

Il 43enne Gaetano Mercurio, il pregiudicato ferito lo scorso 6 marzo in un agguato avvenuto in via Terracina a Fuorigrotta, è morto dopo aver trascorso 36 giorni in terapia intensiva.

Il decesso è avvenuto lo scorso sabato, alla vigilia di Pasqua.

Mercurio era stato colpito da tre proiettili calibro 7,65 esplosi da un'auto in corsa in piena mattinata. Era insieme a sua madre al momento del raid. I colpi lo avevano ferito a gambe e torace, ledendo organi vitali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo gli inquirenti la vittima era vicino al clan Troncone, attualmente in conflitto con i Vitale per il controllo del rione Lauro.
Proseguono le indagini per risalire agli autori dell'agguato.

Le prime notizie sull'agguato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doccia fredda Tocilizumab, Ascierto: "Nessun risultato statisticamente significativo"

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Mascherine all'aperto obbligatorie nel napoletano: scatta l'ordinanza

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento