rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Pompei

Lutto al Santuario di Pompei: addio a don "Mimì"

Le parole del vescovo durante i funerali

Sabato scorso, 25 febbraio, è venuto a mancare don Domenico Iorio, 82 anni, sacerdote molto conosciuto al Santuario di Pompei. Proprio dalla cittadina partenopea arriva un commovente messaggio con le parole del vescovo. Don Domenico si formò nel Seminario minore di Pompei e poi nel Seminario maggiore di Salerno prima di essere ordinato sacerdote, nel Santuario di Pompei, dall'allora Arcivescovo-Prelato della Città mariana, Monsignor Aurelio Signora, cinquantasei anni fa.

"Egli - ha ricordato l'Arcivescovo di Pompei, Monsignor Tommaso Caputo, nel celebrarne ieri le esequie - ha dato un luminoso esempio di sacerdote attento a nutrirsi e a vivere della Parola di Dio, mentre trascorreva la sua vita a Pompei, nella casa della Madonna, all’ombra del nostro Santuario. Tanti di voi pellegrini che venite regolarmente lo avrete certamente incontrato: don Mimì si dedicava con zelo e generosità al ministero della confessione. Lo ha fatto fino all’ultimo, nonostante l’età e la malattia incalzante. Col suo modo di agire essenziale, sereno e umile, emanava candore e generosità. Sempre presente agli impegni comunitari, apprezzava l’opera dei confratelli mettendone in luce gli aspetti positivi".

Ha svolto gli incarichi di assistente (1967-1969), vice-rettore (1969-1970) e poi rettore del Seminario minore (1982-1986); di vice-parroco della Parrocchia Santa Maria Assunta in Cielo (1970-1973); divicerettore in Santuario (1974-1978); di collaboratore della Parrocchia del Santissimo Salvatore (1978-1980); di insegnante di religione nelle nostre scuole (dal 1980); di vice-parroco della Parrocchia dell'Immacolata Concezione (2001-2002). Il ministero che più lo ha caratterizzato è stato quello delle confessioni in Santuario, a cui ha dedicato complessivamente 35 anni (1986-2001; 2002-2022).

"Invito tutti - ha concluso l'Arcivescovo - ad affidare alla misericordia di Dio questo nostro carissimo ed esemplare fratello sacerdote che nel suo ministero ha rappresentato Cristo Salvatore e si è lasciato guidare dalla luce della Parola di Dio. Possa ora condividere la risurrezione di Cristo in Paradiso ed essere accolto in Cielo dalla Vergine del Santo Rosario e dal Beato Batolo Longo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto al Santuario di Pompei: addio a don "Mimì"

NapoliToday è in caricamento