rotate-mobile
Cronaca Marigliano

Il "mago" del caffè morto in un incendio: è stato soffocato dal fumo

Tanti i messaggi di cordoglio per la sua tragica scomparsa

Lutto a Marigliano per la morte del noto imprenditore Angelo Sepe, noto a tutti come Giulio, proprietario di “Caffè Vesuvio”, storica attività di torrefazione. Sepe, 82 anni, è morto soffocato dal fumo di un incendio che ha colpito la sua casa.

Questa mattina, i Carabinieri sono intervenuti a via XI settembre per un incendio in una palazzina a due piani. Le fiamme sarebbero divampate - stando ai primi rilievi - per un corto circuito. Al primo piano è stato ritrovato il signor Sepe, morto lungo il tragitto in ospedale. Tratti in salvo, invece, la moglie 81enne e il figlio 54enne che abita al piano superiore.

La notizia ha subito fatto il giro della città e sono tanti i messaggi sui social. Tra questi c'è quello del sindaco Peppe Iossa che così ha espresso il proprio cordoglio: “Piangiamo un uomo straordinario che ha sempre creduto nelle potenzialità del suo territorio e che da qui é partito per costruire una azienda ormai conosciuta perfino sui mercati internazionali. É stato un grande imprenditore, un grande padre e un grande nonno. Abbraccio forte tutta la sua famiglia. Rip Giulio Sepe”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "mago" del caffè morto in un incendio: è stato soffocato dal fumo

NapoliToday è in caricamento