rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Cronaca Casalnuovo di napoli

Morto in un capannone, il sindaco: "Verificare se ci sono colpe"

A Casalnuovo giovane di 17 anni morto per crollo del tetto di una struttura abbandonata da anni

Una tragedia che, forse, si sarebbe potuta evitare. A questa domanda cercheranno di rispondete gli inquirenti. La sera del 2 aprile, a Casalnuovo, Andrea De Rosa, 17 anni, è morto in seguito al crollo del tetto di un capannone abbandonato da anni. Si era intrufolato insieme a due amici nell'area dismessa, non è chiaro per quale motivo.

La struttura di via Giovanni Falcone era sede di uno zuccherificio fallito. Da due anni, l'intera area è stata rilevata da una nuova società. A dichiararlo è il sindaco Massimo Pelliccia: "C'è un progetto in attesa di approvazione che renderà nuovamente produttivo il sito. Dopo la disgrazia ho chiesto ai vigili urbani una relazione sullo stato delle cose. Mi hanno riferito che l'area è chiusa e che durante la settimana dovrebbe esserci anche la vigilanza privata. Purtroppo questo incidente è accaduto di domenica". 

Il crollo del tetto fa pensare che il capannone non fosse stato messo in sicurezza e il fatto che tre ragazzi siano riusciti a entrare può far nascere il sospetto che l'ex zuccherificio non fosse proprio inaccessibile. Nel 2011 si era verificato un altro decesso, proprio in questo stesso luogo.

In quell'occasione il 14enne Massimo Capasso era precipitato nel tentativo di recuperare un pallone. "Verificheremo che tutto il possibile sia stato fatto - assicura il primo cittadino di Casalnuovo - So per certo che già in passato era stata emanata un'ordinanza di messa in sicurezza e ho dato mandato per capire se le disposizioni sono state rispettate. Arriverà anche il giorno delle eventuali responsabilità, ma oggi è il giorno del cordoglio. Quando ci saranno i funerali, il Comune di Casalnuovo avrà le bandiere a mezz'asta"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in un capannone, il sindaco: "Verificare se ci sono colpe"

NapoliToday è in caricamento