rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

Morte 13enne, l'avvocato della famiglia: "Alessandro era solare e aveva tanti amici"

Gli inquirenti indagano per istigazione al suicidio

Proseguono le indagini sulla fine di Alessandro, il 13enne di Gragnano morto giovedì dopo essere precipitato dal balcone. Gli inquirenti seguono la pista dell'istigazione al suicidio. 

L'avvocato Giulio Pepe, che rappresenta i genitori della vittima ha spiegato all'Ansa:. "Alessandro era, come è stato più volte ripetuto e scritto in questi giorni, un ragazzo solare, che andava bene a scuola e aveva tanti amici. Adesso i suoi genitori attendono solo il ritorno a casa della salma, per potere riabbracciare il figlio un'ultima volta prima di procedere ad una giusta sepoltura''.

Lutto cittadino

Il sindaco di Gragnano, Nello D'Auria, ha già annunciato un giorno di lutto cittadino. "Sono legato ai familiari di Alessandro da una profonda amicizia e da quando è successa questo tragico evento condivido una piccola parte dei miei giorni con loro. Proprio per questo parlo alla città a nome mio e a nome della famiglia: la mobilitazione social e il cordone di affetto di queste ore fanno sentire meno sole le persone che amavano e amano Alessandro. Ciò nonostante, chiediamo a tutti di attendere il giorno dei funerali per partecipare al dolore che ha sconvolto tutti noi e dimostrare che questa città è vicina alla famiglia. Aggiungo che ogni attività intrapresa dall’Amministrazione è condivisa con la famiglia a cui tutti noi stiamo facendo sentire la nostra vicinanza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte 13enne, l'avvocato della famiglia: "Alessandro era solare e aveva tanti amici"

NapoliToday è in caricamento