rotate-mobile
Cronaca

Duplice omicidio, un uomo si reca in Procura e confessa: "Sono stato io"

A morire oltre al 29enne Esposito, anche Antimo Imperatore che era in casa per riparare una zanzariera

Un uomo si è costituito ai carabinieri per il duplice omicidio compiuto questa mattina nel rione Fiat a Ponticelli, in un piano terra di via Eugenio Montale. E' in Procura dove la sua posizione è al vaglio degli inquirenti.  Al momento non sono state rese note le sue generalità.

Le vittime dell'agguato sono Carlo Esposito, 29 anni ( ritenuto vicino al clan De Micco-De Martino) e Antimo Imperatore, 56 anni, che si trovava sul luogo del delitto per riparare una zanzariera. La moglie e i parenti di Imperatore si sono recati sul luogo in cui ha perso la vita il loro caro per spiegare che non aveva alcun legame con la malavita (era infatti incensurato): "Riparava le cose nel quartiere in cambio di un pacchetto di sigarette. Noi non c'entriamo nulla con la malavita. Mio marito con la camorra non c'entra niente" (VIDEO).

Duplice omicidio Ponticelli (Ansa foto-Ciro Fusco)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio, un uomo si reca in Procura e confessa: "Sono stato io"

NapoliToday è in caricamento