Solfatara, i familiari delle vittime: "Dubbi su quello che è successo"

Ascoltato da VeneziaToday, il cugino di Massimiliano Carrer spiega: "Forse si è parlato troppo frettolosamente sul fatto che Lorenzo possa avere scavalcato"

Tragedia della Solfatara (Ansa)

Meolo è in lutto per quanto successo alla Solfatara alla famiglia Carrer. Un'intera famiglia – eccetto il piccolo Alessio, 7 anni – distrutta per una vicenda ancora da chiarire. Come riportato da VeneziaToday, i familiari vogliono si faccia chiarezza. "È resto per formulare giudizi - dichiara il cugino di Massimiliano, Tiziano Carrer - Le foto che ho visto mi fanno sorgere qualche dubbio. Forse si è parlato troppo frettolosamente sul fatto che Lorenzo (il maggiore dei due figli della coppia, che ha perso la vita con i suoi genitori, ndR) possa avere scavalcato, ma preferisco non esprimere giudizi. Ora l'unico impegno che abbiamo è stare vicini alla famiglia dei miei zii e degli zii di Tiziana".

Le indagini: ipotesi omicidio colposo plurimo

"Mio cugino – sottolinea Tiziano Carrer – era una persona bravissima nel suo lavoro ma bravissima anche negli affetti. Tiziana, sua moglie, era una donna solare e sempre attenta e premurosa nei confronti dei figli. È successo qualcosa di assurdo, su cui speriamo di avere notizie a breve".

Nonna e zii di Alessio a Pozzuoli

"Il piccolo Alessio, nell'averla accanto, è apparso sollevato". Il sindaco di Meolo ha raccontato così del suo incontro con la nonna del bambino rimasto solo dopo la tragedia. "La nonna – ha aggiunto il sindaco – era quella che seguiva quotidianamente i piccoli quando i genitori erano al lavoro ed abita di fatto nella stessa casa, divisa solo da una parete. Con lei Alessio si è aperto e parla, il che sembra già un buon segno sotto il profilo psicologico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gilberta, madre di Tiziana Zampella, è stata in un albergo puteolano con il nipotino e gli altri familiari. Insieme a loro cinque psicologi dei servizi sociali del comune di Pozzuoli. Alessio è stato ascoltato dal magistrato che indaga sulla stragedia di lunedì scorso: il suo racconto sarà fondamentale per ricostruire la vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • "Il virus sta perdendo forza. Possiamo guardare con ottimismo al futuro": l'intervista a Giulio Tarro

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento