menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foro ansa

Foro ansa

Nuovo decesso a Pozzuoli per Coronavirus, Figliolia: "In troppi tornati dal nord irresponsabilmente"

In totale sono 17 i casi, di cui 14 attualmente contagiati, un guarito e due decessi

L'Unità di crisi della Regione Campania ha comunicato ieri sera i dati relativi ai tamponi effettuati il 23 marzo, 1103 i positivi totali in Campania.

A Pozzuoli, come rende noto il sindaco Vincenzo Figliolia, nella sua costante attività di trasparenza ai cittadini sull'emergenza Coronavirus, due sono state le persone positive al Covid-19 ieri, di cui una è deceduta. "Sono vicino, con tutta la comunità di Pozzuoli, alla famiglia che in questo momento vive un lutto profondo. L'Asl ha già contattato chi ha avuto rapporti con queste persone nelle ultime due settimane. In totale sono 17 i casi, di cui 14 attualmente contagiati, un guarito e due decessi. È un momento drammatico per tutti. Abbiamo un solo obbligo, una sola arma in nostro possesso: RESTARE A CASA. Vi terrò sempre informati, come sto facendo, su tutte le notizie. Ma ho bisogno che ora come non mai riusciamo ad essere una sola voce, e a remare tutti in un'unica direzione per poterci salvare".

Questa mattina Figliolia ha precisato: "Ieri è stata una lunga ed estenuante giornata, in cui le notizie arrivate non sono state delle migliori. Io sono al lavoro, come vi avevo annunciato, per delle nuove misure più rigide ma necessarie: ancora in troppi escono senza un motivo urgente. State mettendo a rischio la vostra salute e quella di un'intera comunità. Così non va bene. C'è bisogno solo di responsabilità da parte di tutti. Quello che stiamo vivedendo in questi giorni, l'aumento dei casi, è il frutto dei giorni scorsi: in troppi non hanno ascoltato le raccomandazioni ed in troppi sono ritornati dal Nord in modo irresponsabile. E se si continua così le prossime settimane potranno essere catastrofiche. Più continuiamo a non rispettare le norme, più ci vorrà tempo per far rientrare l'emergenza. Lo capite che dobbiamo ripartire il prima possibile?".

LETTERA DELLA IMPRENDITRICE: "TUTELIAMO I NOSTRI DIPENDENTI"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento