menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Targa consegnata al sindaco de Magistris

Targa consegnata al sindaco de Magistris

Morti bianche in Campania, 81 vittime da gennaio ad oggi

Il tragico bilancio comunicato da de Magistris nel corso della seduta solenne del Consiglio Comunale dedicato agli incidenti sul lavoro. Il sindaco: "Questi sono omicidi"

Ottantuno morti dal mese di gennaio a oggi, sono 1100 quelli che hanno perso la vita nel 2011. Questo il bilancio delle vittime sul lavoro comunicato oggi dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, nel corso della seduta solenne del Consiglio Comunale dedicata alle 'morti bianche'. Preoccupante anche il dato presentato dal direttore regionale del Lavoro, Nicola Agosta: ogni anno in Campania ci sono più di mille infortuni sul lavoro a fronte di una spesa per la prevenzione pari a circa 1,2 milioni di euro.

La manifestazione si è svolta sotto l'alto patronato della Presidenza della Repubblica, nella Sala dei Baroni, e ha visto la presenza di 35 consiglieri comunali, dei rappresentanti delle istituzioni e dei ragazzi di alcune scuole di Napoli. "A me non piace parlare di morti bianche - ha detto de Magistris - questi sono omicidi, come è stato riconosciuto anche dalle sentenze del Tribunale, dove c'é la colpa e c'é anche il dolo". Infatti, de Magistris, ha parlato di omicidi colposi, qualche volta volontari e spesso preterintenzionali.


Ad aggiudicarsi il premio 'Impresa Sicura' è stata l'Ansaldo che a Napoli partecipa ai lavori per la realizzazione delle metropolitane che ha sottoscritto un protocollo specifico con il Comune di Napoli per il rispetto delle norme di sicurezza negli ambienti di lavoro. Per dar voce ai tanti lavoratori immigrati de Magistris ha consegnato la medaglia del lavoro ad un rappresentante della comunità, Mustapha Jamali, che nel suo intervento ha sottolineato il grande impegno delle comunità straniere in Italia, cui dovrebbe corrispondere il riconoscimento di pari diritti e pari dignità. Ai tanti lavoratori, italiani o stranieri, vittime di infortuni sarà intitolato un toponimo di via Diocleaziano, vicino all'Ilva di Bagnoli, simbolo per numero di infortuni su lavoro. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento