Mutilato e gettato nel bosco: giallo sulla morte di Barruffo

Il 44enne napoletano viveva da tempo in Francia ed era scomparso lo scorso 9 luglio. Nel suo passato già un tentativo di omicidio in Toscana. Il suo corpo era irriconoscibile

(Vittorio Barruffo)

Il suo corpo è stato ritrovato da un cacciatore, in un boschetto nel paesino francese di Montalieu-Vercieu. Vittorio Barruffo, 44enne napoletano, era scomparso dal 9 luglio: faceva il capocuoco in una pizzeria, aveva annunciato alla sua compagna l'imminente rientro in Italia. Il suo corpo era dilaniato, in uno stato irriconoscibile. Solo l'esame del Dna ha potuto confermarne l'identità. 

Già nel 2009 Barruffo fu vittima di un tentato omicidio a Viareggio, dove vive la figlia. Il nuovo compagno della sua ex lo aveva accoltellato e lasciato in gravissime condizioni. Il quotidiano francese 'Le Dauphiné Libéré' rivela invece che questo ultimo ritorno in Italia - mai avvenuto - destava in Barruffo grande preoccupazione. L'uomo avrebbe dovuto raggiungere la nuova compagna, che a giugno aveva lasciato la Francia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In quel tragico 9 luglio Barruffo firmò i documenti che attestavano la cessazione del rapporto di lavoro. Poi la scomparsa, l'appello di chi lo conosceva, il macabro ritrovamento. Le mutilazioni sul corpo fanno pensare a una vendetta: su questa ipotesi si stanno impegnando gli inquirenti francesi. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 2 aprile a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento